The Champagne & Sparkling Wine World Championships 2021: Follador replica con il Gold & Silver

Il campione del mondo Ruiol Castei – Valdobbiadene Prosecco Superiore Millesimato DOCG Extra Dry - ottiene un altro premio Gold al The Champagne & Sparkling Wine World Championships 2021, l’unico concorso internazionale giudicato da specialisti di spumanti e champagne, stimato per essere il più importante del mondo.

Segue a ruota Torri di Credazzo – Cru Valdobbiadene Prosecco Superiore Millesimato DOCG Extra Dry - con la medaglia Silver, a confermare le fini peculiarità del paesaggio culturale da cui proviene, in cui le favorevoli condizioni microclimatiche si combinano a pregiate note minerali ed elevate componenti argillose e calcaree.

"Siamo felici di veder premiati i nostri vini come simbolo dell’eccellenza italiana nel mondo", sottolinea Cristina Follador, direttore vendita e marketing dell’azienda. "Grazie al feedback che anno dopo anno arriva alla nostra famiglia, siamo incoraggiati ad alzare continuamente l’asticella della qualità e dell’innovazione".

Con una corporate image elegante, contemporanea e riconoscibile, i vini evocano nel nome le originarie roccaforti del Territorio di Valdobbiadene, testimonianza di un passato secolare che la famiglia Follador custodisce e tutela da 9 generazioni. Inestimabili valori che Gianfranco Follador, pioniere nel mondo della spumantizzazione con il suo metodo rivoluzionario, condivide con tutta la famiglia, composta dalla moglie Italia e dai quattro figli Michele, Mariacristina, Francesca ed Emanuela.

250 anni di storia non hanno impedito di certo ai Follador di essere una realtà giovane e cosmopolita, consapevole dell’importanza della sua grande storia ma capace di innovarsi per competere brillantemente sul mercato contemporaneo.

Oggi il brand è presente infatti nei più esclusivi contesti legati al mondo della cultura, dello sport, della solidarietà e dell’arte; basti citare il ruolo di Fornitore Ufficiale in occasione delle grandi mostre alla National Gallery di Londra, come ambasciatore del Conegliano Valdobbiadene nel mondo.

).