Scrivono per noi

La Lastra e la Vernaccia di San Gimignano
Adriana Blanc, Master Sommelier ALMA-AIS e Redattrice di Passione Gourmet

STORIE DI PRODUTTORI: AZIENDA AGRICOLA LA LASTRA

Noto per le sue antiche torri e per l’infinito splendore delle sue vedute, il borgo di San Gimignano è certamente uno dei più affascinanti della Toscana. Uno scenario da cartolina che, a suo tempo, ha stregato anche Nadia Betti e Renato Spanu, fondatori dell’Azienda Agricola La Lastra assieme agli “amici di sempre”, Enrico Paternoster e Valerio Zorzi.

In questo meraviglioso angolo di mondo, posto circa a metà strada tra Siena e Firenze, si tramanda la coltivazione della Vernaccia di San Gimignano, vitigno conosciuto in questi luoghi già dal Duecento. Le sue uve a bacca bianca danno vita a un nettare inconfondibile, che si presenta dai lucenti riflessi dorati e dalle spiccate note minerali, caratteristiche naturalmente accentuate da un adeguato invecchiamento per il quale questo vitigno è, tra l’altro, particolarmente predisposto.

LA CANTINA

Tra i suoi più apprezzati interpreti vi è l’Azienda Agricola La Lastra, cantina fondata nel 1994, che lungo questi placidi declivi possiede 7 ettari vitati, integrati ad altri 23, situati a ridosso del centro storico della città di Siena dove si produce Chianti Colli Senesi Docg. A conduzione biologica dal 2000, quando “il bio non era una moda, ma una filosofia di pensiero”, tutto qui è fatto all’insegna del rispetto della natura e nell’ottica di “riposizionare i veri valori legati alla vita, per dare un futuro alla nostra Terra.

Un obiettivo perpetuato attraverso la produzione di vini di qualità ed ecosostenibili, che raccontano nitidamente il territorio dal quale prendono vita. E in effetti all’assaggio emerge chiaramente la mineralità conferita dalle intrusioni di calcare dei terreni posti a San Gimignano, in zona Santa Lucia, dal pH alcalino. Dal canto loro Nadia e Renato operano in cantina con mano leggera, prediligendo l’acciaio e dosando minuziosamente il legno nella produzione della Vernaccia di San Gimignano Riserva, facendo sì che il vitigno si esprima compiutamente in entrambe le etichette, senza sofisticazioni.

Ecco quindi che al naso emergono tutti gli aromi varietali tipici del vitigno, come la mela e la papaya e delicate sensazioni agrumate e speziate, che col tempo si arricchiranno di pietra focaia, nocciole e miele, facendosi via via più eleganti e intensi.

VINI ‘DI VALORE’

Sempre più conosciuti e sempre più premiati, i vini della coppia giunta in queste terre ancora ventenne e fresca di diploma in agraria da quasi trent’anni impreziosiscono il panorama enologico di San Gimignano. Si tratta, infatti, di etichette dense di valore, che riflettono appieno il motto aziendale: “l’Ambiente prima del business, le Persone prima del brand, la Sostanza prima della forma. Ricerca scientifica, Rispetto, Empatia ed Etica completano la base delle nostre azioni imprenditoriali, piccole o grandi, di breve o lungo periodo esse siano.”

).